Palermo, lasciamo lavorare la squadra

Da un po’ di tempo noto che c’è un certo atteggiamento negativo nei confronti di chi gestisce la società calcio Palermo, e in occasione della recentissima eliminazione dalla coppa Uefa, la protesta dei tifosi si è fatta particolarmente sentita. Ritengo che se di "colpa" si deve parlare, essa è da attribuire a chi organizza queste partite in questo periodo, e costituisce un  grave errore di mancanza di contatto con la realtà, pretendere dalla squadra, di avere in questo periodo, una condizione di forma idonea per potere essere competitivi. Nessun giudizio sulla squadra può essere dato, per una partita giocata nel mese di luglio.
La cosa migliore che i tifosi possano fare è lasciare lavorare in santa pace la squadra e chi gestisce la società, che certamente ha dimostrato in un arco di tempo tutto sommato breve, di non essere in mano a persone sprovvedute, dando anche la possibilità di sbagliare perché nessun uomo è infallibile. Secondo me se di, colpa possiamo parlare, Zamparini e la squadra, hanno commesso il grave errore di accettare di giocare una partita competitiva di coppa, in un periodo in cui le persone normali, in genere staccano la spina e si trovano in vacanza. Partite di questo tipo fanno più male che bene.

Antonio Castronovo
MONREALE

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati