Palermo, finito il primo sovrappasso di viale Regione siciliana

Giovedì notte la Sis, la ditta che sta realizzando la linea tramviaria della città, ha ultimato il montaggio della passerella, struttura che ha completato l’opera che sorge all’altezza del parcheggio di via Nina Siciliana

PALERMO. Il primo sovrappasso pedonale sulla circonvallazione è realtà. Giovedì notte la Sis, la ditta che sta realizzando la linea tramviaria della città, ha ultimato il montaggio della passerella, struttura che ha completato l’opera che sorge all’altezza del parcheggio di via Nina Siciliana. Sono bastate meno di 12 ore, proprio come per il ponte Einstein, durante le quali i tecnici dell’impresa, sotto gli occhi di tantissimi cittadini incuriositi, hanno eseguito le delicatissime operazioni di assemblaggio. Con il supporto di due autogrù, è stata prima posizionata sui piloni la campata lato monte e, in un secondo momento, quella lato valle. Nessun disagio alla circolazione che è stata deviata, solo per qualche ora, sulle carreggiate laterali. Lungo 60 metri, largo 3 e alto 6 metri, il sovrappasso ha una struttura ad arco ed è in acciaio. I colori sono quelli che caratterizzeranno tutta la rete tramviaria della città: bianco, grigio e bordeaux. Avrà scale e ascensori per disabili, strutture che ricadono all’interno del parcheggio. «La prossima operazione sarà il completamento dell’interno della struttura - spiega Lucio Perilli, responsabile Sis del progetto del tram -. Installeremo gli impianti d’illuminazione, gli ascensori e le telecamere per la videosorveglianza. Poi passeremo alla fase di collaudo che prevede anche una prova di carico, fissata per il 9 agosto». Anche in questo caso basterà una sola notte e il traffico verrà deviato sulle carreggiate laterali. «La circonvallazione cambia volto - dice Mario Milone, assessore comunale alla Mobilità -. E siamo orgogliosi di assistere a questa svolta. Siamo venuti incontro alle esigenze della cittadinanza, rispondendo in tempi brevissimi. Tra meno di un mese i pedoni potranno attraversare in sicurezza il viale Regione Siciliana». È, infatti, settembre il mese in cui il ponte verrà consegnato alla città. «Contiamo di riuscirci entro il 15 - dice Domenico Caminiti, responsabile Amat del progetto del tram -. I lavori di completamento proseguiranno con la stessa velocità che ha consentito di realizzare l’opera in soli sei mesi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati