"Corrao sgozzato in camera da letto"

Emergono i primi particolari inquietanti dell'omicidio all'ex senatore ucciso oggi a Gibellina. Il taglio alla gola con il quale è stato assassinato, è stato talmente profondo che ha quasi decapitato la testa. Intanto la salma è stata trasferita nella chiesa del cimitero del paese in provincia di Trapani

GIBELLINA. E' morto sgozzato nella sua camera da letto in uno degli appartamenti all'interno della Fondazione Orestiadi a Gibellina (Tp), Ludovico Corrao, l'ex senatore Pci di 84 anni, ucciso stamattina. Si sono trovati davanti a una scena raccapricciante i carabinieri che hanno effettuato il sopralluogo nella camera da letto dell'appartamento dell'ex senatore Ludovico Corrao, 84 anni, all'interno della sede della Fondazione Orestiadi, a Gibellina. Il taglio alla gola, con cui Corrao è stato sgozzato, è stato talmente profondo che ha quasi decapitato la testa. Sul corpo, oltre ai segni lasciati dai colpi inferti con una statuetta, gli investigatori hanno rinvenuto tagli alle vene di entrambi i polsi. L'arma utilizzata sarebbe un coltello da cucina. E' quanto emerge dopo il sopralluogo effettuato dai carabinieri nella stanza dove si è consumato il delitto, per il quale si è autoaccusato Saiful Islam, il domestico di 21 anni originario del Bangladesh. Corrao sarebbe stato colpito prima con una statuetta e poi sgozzato con un coltello. Gli investigatori, che stanno interrogato il giovane, al momento non escludono alcuna pista rispetto al movente, tra cui quella economica e quella passionale. Il domestico era alle dirette dipendenze di Corrao, che lo aveva assunto circa un anno fa, e viveva in un altro appartamento all'interno della sede della Fondazione, vicino a quello dell'ex parlamentare. Tra i due c'era un buon rapporto e il ragazzo inviava parte dei soldi dello stipendio al fratello in Bangladesh. Intanto, la salma di Ludovico Corrao è stata trasferita nella chiesa del cimitero di Gibellina (Tp). Il pm di Marsala Giacomo Brandini, che coordina l'inchiesta, non ha ancora deciso se autorizzare l'autopsia sul cadavere. Il sindaco di Gibellina, Rosario Fontana, ha proclamato tre giorni di lutto cittadino. La camera mortuaria sarà allestita nel municipio. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati