Lampedusa, barcone della morte: fermati i 6 scafisti

Avrebbero guidato l'imbarcazione arrivata sull'isola lunedì notte con a bordo 25 cadaveri. La procura di Agrigento contesta a tutti il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Due sono accusati anche di omicidio

Sicilia, Cronaca

PALERMO. Sono stati eseguiti i fermi dei sei migranti che avrebbero guidato l'imbarcazione arrivata a Lampedusa lunedì notte con a bordo 25 cadaveri.
La procura di Agrigento contesta a tutti il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e la morte quale conseguenza di altro reato; due sono accusati anche di omicidio.   
I sei, un marocchino, alcuni somali e alcuni siriani, sono stati fatti salire sull'aliscafo diretto per Agrigento, scortati dalla polizia. L'udienza di convalida del fermo potrebbe svolgersi già domani mattina.   
Secondo le testimonianze dei migranti che viaggiavano sul barcone carico di cadaveri, gli scafisti avrebbero impedito a chi aveva affrontato il viaggio nella stiva di risalire sul ponte: i 25 rimasti sotto coperta non avrebbero avuto più aria e sarebbero morti soffocati. Due sarebbero stati anche massacrati a bastonate e uno, durante la navigazione, sarebbe stato buttato in acqua come "punizione" per essere riuscito a risalire sul ponte.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati