Libia, il governo rivendica l'attacco alla nave italiana

Il portavoce Mussa Ibrahim, secondo quanto riferito dalla Cnn, ha spiegato che il missile è stato lanciato da truppe fedeli a Gheddafi. "Il nostro esercito è ancora molto forte"

ROMA. Il portavoce del governo libico, Mussa Ibrahim, ha rivendicato il lancio del missile contro la nave italiana Bersagliere, ieri al largo delle coste libiche. Lo riferisce la Cnn.
Il portavoce ha anche spiegato che il missile è stato lanciato da truppe fedeli a Muammar Gheddafi. "Abbiamo sorprendenti capacità che non abbiamo ritenuto necessario usare - ha detto Mussa -. Il nostro esercito è ancora molto forte. Non abbiamo ancora usato la nostra vera potenza militare".
Il portavoce, riferisce ancora la Cnn, ha poi negato che le capacità militari delle forze pro-Gheddafi siano ridotte al
20%, liquidando le stime della Nato con una battuta: "Se fosse veramente al 20% cosa sarei a fare qui?".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati