Pace fatta fra Pulvirenti e Lo Monaco

Il presidente: non vedo un Catania senza di lui

CATANIA. "Si è trattato di un equivoco. Non vedo il Catania senza Lo Monaco. C'é voglia di continuare a lavorare in questo progetto meraviglioso". Lo ha detto il presidente del Calcio Catania Nino Pulvirenti ufficializzando, a Torre del Grifo, la "pace" con l'amministratore delegato del Catania Nino Pulvirenti, che aveva annunciato le sue dimissioni il 21 luglio scorso dopo le dichiarazioni di Pulvirenti in merito ad una sua offerta per l'acquisto della Salernitana.
Pulvirenti ha detto che Lo Monaco "ha comunque continuato a lavorare" aggiungendo di aver "fermamente respinto le dimissioni". "Non vedevo e non vedo - ha sottolineato Pulvirenti - i presupposti affinché ciò possa accadere per il rapporto professionale e personale che c'é. Non si può abbandonare solo per un'incomprensione. Credo di averlo convinto a continuare nel suo lavoro". "Tutto è partito tutto - ha spiegato Pulvirenti - dall' esigenza che hanno le squadre di serie A di seguire i giovani nel loro percorso dopo la Primavera affinché diventino calciatori da inserire in prima squadra. Noi ci muoviamo affinché i nostri giovani possano maturare attraverso rapporti che intratteniamo con società minori. Abbiamo già rapporti tecnici con il Milazzo. Si era data la possibilità di fare la stessa cosa con la Salernitana ed il direttore aveva fatto questo passo".
"Qui - ha aggiunto Pulvirenti - nasce il problema: io intravedo nel tempo una possibile concorrente del Catania per il blasone della società, senza considerare i rapporti non idilliaci tra le due tifoserie". "Il Catania - ha concluso - è un modello da seguire per tanti. Le altre società ci guardano già come esempio. Noi adesso vogliamo costruire massimo in due anni lo stadio nuovo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati