Sicilia, Cronaca

Scattano le vacanze "spezzatino": a casa 6 italiani su 10

Ferie all'insegna del risparmio a causa della crisi: soggiorni brevi e caccia ai prezzi bassi su internet. Meta preferita la Croazia

ROMA. L'estate 2011 è all'insegna della vacanza spezzatino, fatta di brevi soggiorni, magari ripetuti e comunque frutto di una accesa caccia al prezzo più basso e al taglio dei consumi in spiaggia e al ristorante. Nell'ultimo week end di luglio, con milioni di italiani in viaggio per le mete turistiche, Confesercenti e Confcommercio con due studi distinti analizzano i comportamenti delle famiglie alla vigilia dell' esodo agostano.    Sono poco più di 16 milioni, stima l'organizzazione di Piazza Belli, gli italiani che si apprestano ad effettuare una vacanza nel mese di agosto 2011, su un totale di quasi 24 milioni stimati per il periodo compreso tra giugno e settembre di quest'anno: come dire che 6 italiani su 10 sono costretti a rinunciare (magari per motivi economici) o a rimandare le vacanze.


Tutti i vacanzieri hanno comunque un punto in comune, il risparmio come parola d'ordine: si va a caccia dei prezzi più bassi per partire (il 'fai da te' tocca ormai il 44% con internet grande protagonista), per soggiornare, per gustare la gastronomia locale e divertirsi. E domina la vacanza spezzatino: brevi soggiorni, magari ripetuti nel corso dei mesi estivi fino a settembre, sfruttando seconde case ed agriturismi, tempo permettendo. E quasi un italiano su tre non rinuncia a portare con sé il computer.   


Dalle valutazioni delle agenzie di viaggio emerge intanto che la contrazione dei fatturati nel primo semestre è stata del 20% circa. Punte di sofferenza a luglio si sono registrate in Liguria (soprattutto a causa del maltempo) con le presenze degli italiani in calo e la riduzione da una media di 7 giorni di permanenza ad una di 4-5. Anche in Sardegna l'aumento del costo dei traghetti ha prodotto meno presenze e soprattutto meno giorni di vacanza. Agosto, che già rappresenta il mese centrale, rastrella il 52% dei vacanzieri, diventa ancor più il periodo decisivo per il bilancio delle vacanze. L'83% di chi è in vacanza soggiorna in case, in albergo o nelle strutture extra alberghiere, mentre il 17% andrà esclusivamente nella propria casa di villeggiatura.


La durata media delle vacanze estive 2011 é di 10 giorni, ma in generale, se nella maggioranza dei casi la durata sarà identica a quella dello scorso anno, una quota consistente, pari al 22% effettuerà vacanze più corte, probabilmente in un'ottica di razionalizzazione, cercando di risparmiare.    Nonostante il rito agostano coinvolga la maggior parte delle persone in villeggiatura, poi, ben il 33% ha effettuato la vacanza a giugno e/o luglio ed una quota del 12% partirà a settembre. Del 60% di chi ha dichiarato di non effettuare alcuna vacanza, la grande maggioranza ha addotto come giustificazione l'esigenza di risparmiare, mentre circa il 5% ha dichiarato di preferire le vacanze in altri periodi dell'anno: una quota del 20% di intervistati ha infatti dichiarato di avere fatto un periodo di vacanza con almeno tre pernottamenti fuori casa nella prima parte dell'anno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati