Riprende l'attività dell'Etna

Alle 9.30 è stata registrata l'attività da una bocca nell'area del cratere sommitale di Sud-Est. Il fenomeno è ancora una volta caratterizzato da forti boati nitidamente avvertiti in molti comuni del Catanese, oltre che da fontane di lava

CATANIA. Appena 5 giorni dopo l'ultima sfuriata, l'Etna torna a farsi sentire. Alle 9.30 è stata registrata una ripresa dell'attività da una bocca nell'area del cratere sommitale di Sud-Est. Il fenomeno è ancora una volta caratterizzato da forti boati nitidamente avvertiti in molti comuni del Catanese, oltre che da fontane di lava. Per adesso, non vengono segnalati nuvoloni di sabbia vulcanica che hanno provocato nei giorni scorsi le fastidiose piogge nere imponendo in alcuni casi la chiusura dell'aeroporto Fontanarossa. Per adesso, nello scalo cittadino, voli regolari. Esperti dell'Istituto nazionale di Geofisica, intanto, sono impegnati in un sopralluogo ad alta quota. Finora tutte rispettate le previsioni dei vulcanologi per i quali siamo in una fase di progressiva riduzione dei periodi di quiete dell'Etna, ormai in fase di ricarica dal 2009 e prossima a una possibile eruzione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati