Mafia, sequestro da 15 milioni a costruttori messinesi

TERME VIGLIATORE. I carabinieri stanno eseguendo un sequestro di beni del valore di circa 15 mln di euro disposto dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Messina nei confronti del gruppo imprenditoriale Torre di Terme Vigliatore (Me) che opera nel campo dell'edilizia e dell'estrazione e frantumazione di inerti. Secondo gli inquirenti i titolari delle imprese, zio e nipoti, sarebbero vicini al clan mafioso di Barcellona Pozzo di Gotto. Dalle indagini è emersa una sproporzione tra quanto dichiarato al fisco e i beni nella disponibilità dei titolari. Sono state sequestrate cinque imprese di costruzione ed estrazione di materiale di cava ed il relativo patrimonio aziendale, una villa, diversi autoveicoli, alcuni appezzamenti di terreno, e numerosi conti correnti bancari. I titolari delle imprese sequestrate avrebbero aumentato il loro giro d'affari e le loro commesse grazie ai collegamenti con il clan.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati