Giovane ucciso con un cacciavite, l'aggressore chiede perdono

CANICATTI'. Chiede perdono ai familiari del ragazzo che ha ucciso. Dal carcere minorile Malaspina di Palermo, in cui si trova dal giorno dell'aggressione, A.F, 17 anni, che ha ammazzato a colpi di cacciavite il 22enne Calogero Giardina, morto questa mattina dopo due settimane di coma, ha scritto una lettera ai genitori e agli amici della vittima. "Non era mia intenzione fare questa grave ferita - scrive - e soprattutto tanto dolore. Vorrei tornare indietro per non fare più quello che ho fatto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati