Martedì, 22 Agosto 2017

"Detenzione di esplosivo", ai domiciliari amico di Ciancimino

Ordine di custodia cautelare per Giuseppe Avara. Il figlio dell'ex sindaco mafioso di Palermo lo avrebbe coinvolto nella vicenda dell'esplosivo ricevuto a Bologna

PALERMO. Un ordine di custodia cautelare agli arresti domiciliari per detenzione di esplosivo, firmato dal gip Fernando Sestito, è stato notificato a Giuseppe Avara amico di Massimo Ciancimino. Era stato proprio quest'ultimo a coinvolgerlo nella vicenda dell'esplosivo che il figlio dell'ex sindaco mafioso di Palermo avrebbe ricevuto a Bologna e che nel capoluogo siciliano avrebbe consegnato ad Avara per disfarsene. La procura palermitana aveva chiesto la custodia cautelare in carcere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook