Miccichè: "Il popolo del Sud vuole interesse vero dal governo"

Il leader di Forza del Sud: "Di riunioni operative in questi anni se ne sono fatte tante con grandi sorrisi, ma la gente è stufa delle chiacchiere, vuole i fatti"

PALERMO. "Di riunioni operative per il Sud in questi anni ne sono state fatte a centinaia e tutte sono puntualmente terminate con grandi sorrisi dei partecipanti, ma con un enorme dispiacere per la gente del Meridione. la nostra gente è stufa di dispiacersi, è stufa delle chiacchiere; la nostra gente non vuole riunioni operative, vuole semplicemente un governo che operi nel suo interesse e un partito che agisca affinché ciò avvenga".


Così il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e leader di Forza del Sud Gianfranco Miccichè, dalle colonne del quotidiano on line del movimento arancione 'forzadelsud.it', ha commentato l'incontro di ieri tra il ministro dell'economia Giulio Tremonti e i rappresentanti delle Regioni per il rilancio del Sud.     "Spero che le Regioni - ha sottolineato Miccichè - non si siano fatte abbindolare ancora una volta dal ministro. In questi anni il titolare di via XX settembre ha trattato il Sud come qualcosa con la quale giocare nel tempo libero.


Non vorrei che il tentativo del ministro Tremonti di rafforzarsi politicamente, dopo alcuni momenti di sbandamento, gli si ritorcesse contro come un boomerang. Perché, questa volta - annuncia il leader del movimento arancione - ad ogni impegno non mantenuto monteremo su un casino di proporzioni enormi. Gli impegni presi con il Sud saranno, da oggi in avanti, dei veri contratti d'onore firmati con la parte migliore degli italiani e il loro inadempimento - conclude Miccichè - avrà conseguenze disastrose per l'inadempiente, perché non mancheremo di chiamarlo a risponderne".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati