Sferracavallo, la raccolta rifiuti non funziona

Il commento dalla borgata palermitana: "I turisti fanno le foto all'immondizia che resta a lungo per terra"

La raccolta dei rifiuti a Sferracavallo, zona via del Tritone e lungomare di Barcarello, avviene giornalmente, ma sempre con forte ritardo. La macchina di servizio si riempie già a metà della via del Tritone, deve ritornare a Bellolampo per scaricare, e, quindi, in regime di straordinario, completa il percorso. In altre parole, i rifiuti restano a terra almeno fino alle 12. Se poi l’equipaggio, per un motivo o per un altro, non effettua lo straordinario, la raccolta avviene di pomeriggio, certe volte anche verso le 19. I turisti che frequentano la riserva di Capo Gallo hanno, pertanto, tutto il tempo di fotografare lo spettacolo. Sarebbe opportuno che, d’estate, l’AMIA organizzasse il servizio in maniera diversa, magari con due mezzi: uno, grande, dedicato a Tommaso Natale fino a via del Tritone, l’altro, anche più piccolo, per il lungomare, compresa la zona della piazza di Sferracavallo e la Punta Matese (capolinea della linea 628). Mi hanno risposto che non è così che funziona e che è destino che le cose continuino in questa maniera. Non sono molto d’accordo. 

Pasquale Mansueto

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati