Mafia, sequestrati beni a un imprenditore edile di Trapani

Nel mirino della Dia beni per un valore di oltre 30 milioni di Giuseppe Pisciotta, 68 anni, di Castellammare del Golfo

TRAPANI. Beni per un valore complessivo di oltre 30 milioni di euro sono stati sequestrati dalla direzione investigativa antimafia, all'imprenditore edile Giuseppe Pisciotta, 68 anni di Castellammare del Golfo in provincia di Trapani. Pisciotta secondo gli investigatori avrebbe incrementato la sua attività economica grazie ai contatti con cosa nostra, sfruttando il legame ininterrotto con il suo socio in affari Mariano Saracino, 64 anni, attualmente detenuto per mafia. E tutto ciò "attraverso l'illecita ingerenza nel settore degli appalti pubblici". Il provvedimento è stato emesso dal tribunale di Trapani, su proposta del direttore della Dia, Alfonso D'Alfonso. Sono state sequestrate alcune società, molti terreni, beni immobili, depositi bancari e veicoli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati