Frode negli appalti, 7 indagati nel Messinese

PATTI. Il sostituto procuratore di Patti, Rosanna Casabona, ha emesso sette avvisi di garanzia nei confronti di cinque imprenditori e due funzionari della provincia di Messina, accusati di frode nelle pubbliche forniture e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. Si tratta di P. P., 50 anni, S.A., 71 anni, e B.B., 59 anni, imprenditori edili di Montagnareale (Messina); G. R., 50 anni, imprenditore edile di Gela (Cl); A.U., 48 anni, imprenditore di Rocca Caprileone (Messina); C.G., 44 anni, e L.A., 55 anni, entrambi funzionari della provincia di Messina. Secondo l'accusa gli indagati, ognuno per le rispettive competenze, dal 2001 al 2006, avrebbero eseguito e certificato una serie di lavori pubblici, che, dalle indagini effettuate dai carabinieri, sarebbero risultati non effettuati a norma.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati