Montella: questo gruppo è già competitivo

Il tecnico rossazzurro: ci potranno essere movimenti in entrata e uscita, la società mi dà ampie garanzie, sono tranquillo

CATANIA. Al lavoro. Scansata la pioggia di cenere dell'Etna di sabato scorso ma non le temperature torride dell'estate siciliana, il Catania ha cominciato la preparazione nel centro sportivo di Torre del Grifo. Ritiro in sede, dunque, senza trasferimenti in altura. Una novità assoluta per la società etnea. "Fa caldo qui come nei posti di montagna. Di sera si riposa bene, non esistono problemi", specifica il tecnico Vincenzo Montella.
Ventiquattro gli elementi in organico sottopostisi alla doppia seduta odierna a porte chiuse: i portieri Campagnolo, Kosicky e Terracciano; i difensori Alvarez, Augustyn, Bellusci, Capuano, Marchese, Potenza, Silvestre e Spolli; i centrocampisti Barrientos, Biagianti, Gomez, Izco, Lodi, Ledesma, Llama, Martinho, Moretti, Ricchiuti e Sciacca; gli attaccanti Catellani e Maxi Lopez. Non fanno parte del gruppo Andujar, impegnato in Coppa America con la nazionale argentina, il partente Delvecchio e Morimoto, appena ceduto al Novara.  
"Nei prossimi giorni - annuncia Montella - ci saranno altri movimenti in entrata e in uscita. Se qualcuno sarà ceduto, bisognerà rimpiazzarlo con un elemento di pari livello. E' il caso di Morimoto: partito il giapponese, occorrerà ingaggiare una punta, così da fornire a Maxi Lopez un'alternativa o, se del caso, una spalla". "Potremmo optare per un giocatore di caratteristiche differenti da Maxi, vedremo - aggiunge il tecnico - la società mi dà ampie garanzie, sono tranquillo. L'abbondanza a me piace, è importante avere le dovute alternative. In ogni caso, il gruppo, così come è oggi, è già competitivo".
"Cercherò di trasmettere ai ragazzi le mie idee e il mio entusiasmo - osserva Montella - credo molto in una preparazione graduale, ecco perché ci siamo radunati presto. Mi sento perfettamente a mio agio. Questo è il ventiduesimo ritiro che faccio, anche se stavolta il ruolo è diverso".
Il progetto tattico è delineato. "Il Catania – ribadisce il tecnico campano - è stato costruito per giocare con il 4-3-3, la mia idea di partenza è questa. Vedremo se sarà necessario apportare dei correttivi, il tempo a disposizione non manca".
Il Catania presentato ufficialmente oggi, alle 12, nell'aula magna dell'Università di Catania.
Intanto annunciata la cessione dell'attaccante Takayuki Morimoto al Novara. La punta giapponese, classe 1988, passa alla neopromossa in Serie A con la formula della compartecipazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati