Falsi invalidi, due condanne per truffa a Palermo

PALERMO. La quarta sezione del Tribunale di Palermo, presieduta da Mario Fontana, ha condannato per truffa a sette anni di carcere Giuseppe Cinà, mentre sei anni sono stati inflitti a Giuseppe Cusimano. Erano due degli spicciafaccende che si occupavano di far aver falsi certificati di invalidità. I due facevano parte di un'organizzazione sgominata nel giugno del 2007 quando vennero arrestati due dipendenti dell'Ausl 6, un funzionario della prefettura, un funzionario dell'ufficio periferico del ministero dell'Economia, Pasquale De Roberto, i cui reati sono stati oggi dichiarati estinti per prescrizione. Assolti invece Giuseppe Benfanti, Claudio tantillo, Alessandro Greco e Maria Castelli. L'indagine smascherò oltre mille finti invalidi che, nell'arco di 17 anni, avrebbero beneficiato di una truffa che è costata all'erario circa 100 milioni di euro. Inps e Asl 6 che si sono costituiti parte civile avranno una provvisionale immediatamente esecutiva di 50 mila euro a testa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati