Disoccupazione, il primato va a Sicilia e Campania

Le due regioni del Sud registrano le quote di senza lavoro più alte, raggiungendo rispettivamente i tassi del 15% e del 15,6% cioè il doppio rispetto alla media nazionale pari all'8,6%

ROMA. Il tasso di disoccupazione è a doppia cifra in circa un terzo delle regioni italiane e in tutte quelle meridionali, ma, in particolare, sono Sicilia e Campania a scontare le quote di senza lavoro più alte, raggiungendo rispettivamente i tassi del 15% e del 15,6%.
E' quanto emerge dai dati dell'Istat, aggiornati al primo trimestre 2011, su occupati e disoccupati a livello regionale.    
Insomma, due tra le più grandi regioni italiane registrano una fetta di senza posto quasi doppia rispetto alla media nazionale (8,6%). Mentre la percentuale si dimezza se si passa in alcune regioni del Nord, dove il Trentino Alto Adige vanta il livelli minimo di disoccupazione (3,9%). 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati