Palermo, nell’inferno dei pullman e dei venditori ambulanti

Un residente di via Balsamo: “Siamo diventati asmatici per colpa dell’inquinamento”

Sono uno dei tanti residenti che da oltre 30 anni vive nel disastro di via Paolo Balsamo a Palermo. Io e mia moglie siamo diventati asmatici per colpa dell'inquinamento che provocano tutti gli autobus di linea extraurbana. Più di mille volte abbiamo mandato mail e abbiamo telefonato al comando dei vigili urbani ma non si è vista nemmeno l'ombra di una sola pattuglia. Noi non possiamo stare barricati in casa perché tengono i mezzi per più di 30 minuti accesi con l'aria condizionata accesa, immaginate più di 200 autobus al giorno che addirittura si fermano in terza fila. Vogliamo una risposta concreta perchè in alternativa si attiveranno le procedure di denunce nei confronti del Comune e presenteremo il tutto alla magistratura! Inoltre siamo privi di accedere nei nostri portoni di casa perchè ormai sono in possesso dei venditori ambulanti, via Paolo Balsamo si è trasformata in un mercatino di ambulanti e in un inferno irrespirabile e invivibile. Chiediamo che nell'attesa che si prenda una decisione ci sia una pattuglia di vigili urbani dalla mattina alla sera a presidiare e ordinare questo inferno che ormai è diventato insopportabile.
Carlo Frenna, Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati