Regione, torna il bando per sei consulenti esterni

L'avviso, uscito a febbraio 2010 e revocato due mesi dopo dall'ex assessore Cimino, è pubblicato dal dipartimento della programmazione e scade il 24 luglio. Contratti fino al 2015 con stipendi fino a 72 mila euro per un costo di più di un milione

PALERMO. Torna il bando già uscito nel febbraio 2010 e revocato due mesi dopo per l'opposizione dell'ex assessore al Bilancio, Michele Cimino. La Regione ci riprova e cerca sei consulenti esterni a cui affidare la "valutazione e la verifica degli investimenti pubblici in Sicilia", per un costo complessivo di circa 1,4 milioni di euro.
Nel nuovo documento, pubblicato dal Dipartimento della programmazione e con scadenza il 24 luglio, viene precisato che la selezione è determinata dalla mancanza delle competenze necessarie all'interno dell'apparato burocratico. Si tratta di contratti di collaborazione coordinata e continuativa della durata di quattro anni (fino al 2015) che garantiranno ai vincitori cospicui stipendi annui. Si va dai 43 mila per il componente junior, esperto in analisi statistica, ai 57 mila per i senior, esperti in economia e analisi ambientale e con il picco dei quasi 72 mila euro per il coordinatore del Nucleo di valutazione, esperto in diritto amministrativo, programmazione territoriale e governance della Pubblica Amministrazione.
Si cercano laureati con una votazione non inferiore a 100/110 con esperienza decennale per il profilo di dirigente senior, quinquennale per i senior e triennale per l'esperto junior. La domanda andrà inviata alla segreteria di direzione del dipartimento della Programmazione. Dopo la valutazione dei curricula e la formulazione di una graduatoria, i candidati ammessi accederanno al colloquio tecnico-motivazionale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati