Sicilia, Cronaca

Alga tossica, Asp: situazione sotto controllo

Costituita una unità di crisi con l'Arpa. "Accertamenti effettuati ogni giorno". Giovedì prossimo tavolo tecnico alla Regione

PALERMO. "La situazione è sotto controllo: gli accertamenti vengono effettuati quotidianamente e consentono di valutare con precisione eventuali problemi. L'unità di crisi, costituita con l'Arpa, è costantemente in contatto con le amministrazioni comunali interessate". Lo fa sapere in una nota l'Asp di Palermo.
"Qualora dovessero essere riscontrati valori oltre il limite consentito - continua - immediatamente vengono avvertiti i comuni che provvedono ad apporre cartellonistica di divieto di balneazione ed a pulire la battigia da macroalghe o altro materiale organico". Valori di inquinamento microbiologico hanno riguardato esclusivamente le località Vergine Maria-Arenella ed i litorali di Capaci ed Isola delle Femmine.
"I bagnanti possono tranquillamente immergersi nei litorali che non presentano avvertenze di divieto - precisano - le situazioni anomale sono circoscritte a poche località già individuate e segnalate. Il monitoraggio continuo della situazione consente di intervenire eventualmente con tempestività in maniera tale da evitare rischi per la salute dei cittadini. I tecnici del Dipartimento di prevenzione aziendale, dopo i controlli di oggi, hanno provveduto a sollecitare nuovamente il Comune di Palermo ad apporre la cartellonistica di avvertimento nella località di Vergine Maria-Arenella".
I medici del Dipartimento di prevenzione dell'Asp stanno effettuando indagini epidemiologiche sulle persone che nei giorni scorsi si sono recati nei Pronto Soccorso e nelle Guardie Mediche per segnalare episodi riconducibili ad inquinamento microbiologico.
L'assessore regionale all'Ambiente Sparma commenta:  "Continua ad essere alta l'attenzione sulla questione dell'alga tossica dopo i rilievi compiuti ieri dall'Arpa Sicilia che confermano la presenza di limiti superiori alla norma in alcuni tratti della costa settentrionale siciliana". Intanto per giovedì prossimo è stato convocato il tavolo tecnico delle acque  "per individuare soluzioni alla elevata concentrazione in acqua della 'Ostreopsis ovata''. Prenderanno parte alla riunione l'Arpa, che presenterà una relazione, l'osservatorio epidemiologico, il servizio Igiene pubblica, il dipartimento Acqua e Rifiuti, il dipartimento Ambiente, la provincia regionale di Palermo e i comuni di Altavilla Milicia, Bagheria, Capaci, Isola delle Femmine, Trappeto e Palermo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati