Assolto medico accusato di palpeggiare pazienti

PALERMO. La IV Sezione del Tribunale, presieduta da Vittorio Alcamo, ha assolto Giuseppe Crivello, medico fiscale accusato di violenza sessuale. Secondo l'accusa, e alcune pazienti, Crivello avrebbe approfittato del proprio ruolo per palpeggiare le donne che visitava. A carico del medico sarebbero state raccolte dall'Asl le segnalazioni di diverse donne molestate.    Durante il dibattimento sono state ascoltate alcune signore che hanno denunciato il medico. Il fatto più recente risale al 12 dicembre 2007. Quel giorno, Crivello bussò alla porta di un'insegnante per la visita fiscale. "Prima mi ha chiesto di spogliarmi completamente - aveva raccontato la donna, rispondendo al pm, Carlo Lenzi - poi, vista la mia opposizione, mi ha detto di aprire la bocca per controllare le tonsille, ma avvicinandosi ha strofinato pesantemente il suo gomito sul mio seno in maniera volontaria".     A quel punto la donna ha chiamato il marito che, precipitandosi a casa, ha incontrato il medico ed è cominciata una colluttazione in cui ha rimediato la rottura di un dito. Proprio per questo motivo, il medico era imputato anche per lesioni personali. Ma il Tribunale ha accolto le tesi difensive secondo le quali i gesti del medico sarebbero stati involontari.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati