Saldi a Palermo, avvio a rilento La gente preferisce il mare

Il Codacons annunvia un calo degli acquisti del 15-20 per cento rispetto all'anno scorso e la prima giornata sembra confermare la stima

PALERMO. La stagione dei saldi estivi, anche in Sicilia, si è aperta ufficialmente oggi, ma le previsioni sono tutt'altro che rosee. Almeno secondo il Codacons che annuncia un calo degli acquisti del 15-20 per cento rispetto all'anno scorso. Per il segretario nazionale dell'associazione dei consumatori, Francesco Tanasi, si "prevede una spesa che non dovrebbe superare i 140 euro per ciascuna famiglia. Solo il 50 per cento circa dei cittadini potrà avvalersi degli sconti di fine stagione".     
A Palermo, complice la giornata estiva, molta gente ha preferito il mare al richiamo dello shopping, "tuttavia - fa notare Giacomo Sinagra, titolare di uno dei negozi più apprezzati di abbigliamento maschile - c'é stato un certo movimento. Quando non c'é grande confusione, comunque, si lavora sicuramente meglio. Ancora però è troppo presto per fare bilanci o lasciarsi andare a previsioni".   
Secondo il Codacons, "a patire la riduzione degli acquisti saranno soprattutto i piccoli negozi; risultati mediamente positivi, o comunque in linea con lo scorso anno, si registreranno nei centri commerciali e anche nelle cittadelle degli outlet".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati