Formazione nel caos, giovedì sciopero

I sindacati annunciano lo stop del settore per la prossima settimana. Prevista anche una manifestazione a Palermo. chiesta anche l’apertura di un tavolo di crisi

PALERMO. Cgil, Cisl e Uil hanno proclamato per il 7 luglio lo sciopero generale dei lavoratori della formazione professionale, che in mattinata terranno una manifestazione davanti palazzo d'Orleans. La decisione è scaturita dall'attivo unitario dei lavoratori delle tre sigle, che si è svolto oggi a Palermo, per discutere dei problemi del settore e di un documento unitario dei sindacati confederali e di categoria che è stato inviato al governo regionale e all'Ars.
Cgil, Cisl e Uil, assieme a Flc, Cisl e Uil, scuola chiedono alla Regione di rendere disponibili entro luglio i 60 milioni annunciati dal governatore necessari a sbloccare gli stipendi e garantire percorsi di sostegno al reddito. "Al ministero del Lavoro - sostengono Cgil, Cisl e Uil - la Regione deve chiedere inoltre l'applicazione, nell'Isola, della procedura nazionale per gli ammortizzatori in deroga".
Per i sindacati il governo regionale deve aprire un "tavolo di crisi" sul settore, perché, come dice il titolo del loro documento "i lavoratori siciliani della formazione non devono continuare a pagare gli effetti degli errori del governo regionale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati