Sicilia, Politica

Pdl, Alfano nominato segretario per acclamazione

Per lui standing ovation e applausi. Berlusconi: “Non ho dubbi che sia la persona giusta. Non è un menzognero”

ROMA. Angelino Alfano è stato nominato per acclamazione segretario del Pdl. L'acclamazione per Alfano, appena partita, è stata brevemente interrotta dal coordinatore nazionale Denis Verdini per illustrare la modifica statutaria necessaria per eleggere il segretario nazionale e approvata dai consiglieri nazionali tramite l'alzata dei cartellini. Pochi secondi, e il Consiglio è tornato ad acclamare Angelino Alfano segretario. L'investitura è stata accompagnata da una standing ovation e da un applauso.
'Non è un atto di debolezza confessare in pubblico l'emozione, ed io sono molto molto, molto emozionato". Queste le prime parole del neosegretario del Pdl Angelino Alfano, che mostra un manifestino elettorale, dove l'ex Guardasigilli ha una fluente capigliatura, del 1994. "Me lo ha portato stamattina mio papà - dice con la voce rotta dalla commozione - ed è il santino della mia prima campagna elettorale, ero un ragazzo di 23 anni appena laureato a Milano, che era ritornato in Sicilia e lì voleva impegnarsi per amore di quella terra". Poi ha aggiunto:
"Il nostro è un progetto serio di grande area che aggreghi moderati italiani alternativi alla sinistra e propongo una grande costituente popolare con chi è disponibile a camminare su questa strada e per questo progetto".
“Non ho dubbi che Alfano sia la persona giusta. Non ho sentito mai nessuna voce contraria alla decisione di eleggerlo segretario. Alfano non è una persona menzognera", ha commentato il premier Silvio Berlusconi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati