Via libera del governo alla manovra finanziaria

Berlusconi all'opposizione: "Ci auguriamo che pareggio di bilancio diventi obiettivo comune e condiviso" da tutte le "forze responsabili".

ROMA. Il Consiglio dei ministri ha approvato la manovra finanziaria. Avrà un impatto complessivo da 47 miliardi.
Per l'anno in corso - riferiscono fonti - l'impatto sarà di 1,5 miliardi; nel 2012 sarà di 5,5 miliardi. Poi l'intervento più corposo di 20 miliardi sia sul 2013, sia sul 2014.

“È stata preparata e costruita con tutti ministri e le loro strutture. Da Tremonti c'é stato il difficile lavoro di collegamento tra tutti ed è stato personalmente a confronto con i membri del governo e i suoi uomini hanno collaborato con altri ministeri ed oggi arrivato un testo condiviso”.
Così il premier Silvio Berlusconi,nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi, ha commentato l’approvazione della manovra e ha aggiunto: “Dopo i "reiterati inviti del capo dello Stato" sulla manovra, "ci auguriamo che pareggio di bilancio diventi obiettivo comune e condiviso" da tutte le "forze responsabili".

Ecco i punti principali.

Grandi auto, piccola aggiunta
Il premier: "Non abbiamo messo le mani nelle tasche degli italiani ma qualche 'cosina' la abbiamo pensata, ma sono cose di pochissimo conto: pensavamo, ad esempio, di eliminare il bollo auto ma ci sembrava logico che per grandi auto si potesse fare una piccola aggiunta".

C'è l'Election day.
L'accorpamento tra le elezioni politiche o amministrative in un'unica giornata, "tranne i
referendum che per costituzione vanno fatti in modo separato".

Sostegno nelle scuole
Nessun taglio dalla manovra alle risorse per il sostegno nelle scuole. Resta il tetto di 20 alunni nelle classi con disabili. E' confermato il rapporto di un insegnante ogni due studenti disabili.
Tuttavia, in caso di bisogno, viene concessa una deroga a questa norma, così come disposto dalla Corte Costituzionale. Inoltre, c'é "più rigore nella certificazione della disabilità da parte delle Asl. Verrà inserito un membro dell'Inps nelle commissioni per la certificazione.

Ice, uffici ridotti a due
L'obiettivo finale: dei 14 uffici in Italia, arrivare a essere due Roma e Milano con una riduzione di personale di circa 200 persone e tutta la forza sarà usata per la penetrazione e supporto dei prodotti stranieri.

Imprese giovani, forfait fiscale del 5%
Previsto un forfait fiscale del 5% complessivo riguardo alle imprese fatte dai giovani fino a 35 anni, con una durata di 5 anni. Le misure riguardano anche le persone escluse dal mondo del lavoro come i cassa integrati.

Piazza Affari, scoraggiare i l 'mordi&fuggi'
Per la speculazione la manovra proposta dal ministro Giulio Tremonti sarà una stangata. Quelli che venivano chiamati 'cassettisti' e che paiono ormai una razza in via d'estinzione sui mercati globali, ne dovrebbero invece risentire solo marginalmente. Sembra questo lo scenario che si aprirebbe con l'imposta di bollo dello 0,15% sulle transazioni finanziarie che viene ipotizzata tra le misure della manovra finanziaria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati