Falso in bilancio Amia, Galioto: "Mi autosospendo da Udc"

Dopo la condanna il senatore dice: "Per sgombrare il campo da qualsiasi strumentalizzazione rinuncio momentaneamente ad ogni incarico di partito, nell'attesa che la vicenda venga chiarita"

PALERMO. "Nutro profondo rispetto per la decisione dei giudici della III Sezione del Tribunale di Palermo ma, allo stesso tempo, sono certo di non aver commesso i fatti  che mi sono stati contestati, peraltro già in parte ridimensionati dai giudici rispetto alle richieste delle parte civili". Lo dice il senatore dell'Udc, Enzo Galioto, dopo la condanna inflitta dal Tribunale di Palermo in relazione alla vicenda dell'Amia.    "E, tuttavia, per sgombrare il campo da qualsiasi strumentalizzazione, ma anche per rispetto verso l'Udc - aggiunge - mi autosospendo da ogni incarico di partito, nell'attesa che la vicenda giudiziaria venga definitivamente chiarita".     "In questo senso - conclude - ho già dato mandato ai miei legali di proporre appello, perché sono certo della mia totale estraneità ai fatti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati