Cna: la protesta di Enna è un grido d'allarme

ENNA. "Oggi migliaia di artigiani, commercianti e agricoltori siciliani si fermano un'ora per non chiudere per sempre: la protesta che parte da Enna è un grido d'allarme rispetto al quale istituzioni e classe dirigente devono dare risposte immediate". Lo dice Mario Filippello, segretario regionale della Cna (Confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa) che stamane ad Enna partecipa alla manifestazione di imprenditori dell'artigianato, commercio ed agricoltura. "Chiediamo al governo regionale - aggiunge - un piano straordinario per il lavoro e fiscalità di vantaggio per aree svantaggiate dell'isola. Al governo nazionale chiediamo invece una riforma del fisco che diminuisca le tasse su imprese e lavoro produttivo a partire dall'Irap, e la modifica delle norme sulla riscossione coattiva delle tasse e degli oneri previdenziali pregressi". Una rappresentanza dei manifestanti ha simbolicamente consegnato al prefetto di Enna le chiavi delle attività commerciali e delle aziende.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati