Palermo, odore di gas da una nave: aperta inchiesta

Accertamenti disposti dalla procura su un'imbarcazione, ancorata nel porto del capoluogo, provoca disagi in alcuni quartieri della città. Non c'è pericolo però per la salute pubblica

PALERMO. La procura di Palermo ha disposto accertamenti sulla nave, ancorata nel porto del capoluogo, da cui da giorni proviene un forte odore di gas avvertito in diversi quartieri della città. L'inchiesta, coordinata dall'aggiunto Ignazio De Francisci e dal pm Geri Ferrara, è stata delegata alla capitaneria di porto.    


Secondo i primi accertamenti non c'é alcun pericolo per la salute e l'incolumità pubblica: l'odore deriva infatti dalle attività di pulizia dell'imbarcazione sulla quale verranno caricati rifiuti speciali destinati ad essere smaltiti in Danimarca. La nave, che doveva essere sottoposta a dei trattamenti particolari di lavaggio prima del carico delle sostanze, dovrebbe lasciare il porto in giornata.    A bordo porterà circa 16 mila tonnellate di rifiuti speciali, costituiti da acqua e idrocarburi, che per anni sono stati accumulati in contenitori su una banchina del porto in attesa di essere smaltiti da una ditta - la Bonifica.com - che ha poi deciso di decadere dalla concessione rilasciata per lo smaltimento. Due anni fa la procura avviò, a seguito della denuncia di riversamenti in mare dei rifiuti speciali, un'indagine sull'attività di smaltimento che, al momento, non avrebbe avuto alcun esito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati