Sicilia, Politica

Cantieri navali da potenziare: gara da 15 milioni

Via libera al bando per la ristrutturazione del bacino di carenaggio di 19mila tonnellate all'interno dello stabilimento Fincantieri. L'assessore ha firmato il decreto

PALERMO. Via libera al bando per la ristrutturazione del bacino di carenaggio di 19mila tonnellate all'interno dello stabilimento Fincantieri. L'investimento è di 15 milioni. L'assessore regionale alle Attività produttive, Marco Venturi, ha firmato ieri il decreto per la pubblicazione della gara che dovrà aggiudicare i lavori. Nei prossimi giorni il Genio civile consegnerà gli elaborati per la ristrutturazione del bacino da 52 mila tonnellate. A luglio si potrebbe procedere all’approvazione in sede tecnica.



Fincantieri e Regione hanno inoltre confermato l'impegno sul completamento del bacino da 150mila tonnellate. All'orizzonte ci sono alcune riparazioni di navi della flotta Siremar, Toremar e Caremar e una serie di trattative per grosse commesse.  Le novità sono emerse nel corso dell'incontro di ieri tra la Regione, l'azienda e i sindacati di categoria, Fiom, Fim, Uilm e Ugl. Alla riunione anche presidente e vicepresidente della commissione regionale alle Attività produttive, Salvino Caputo e Pino Apprendi. I sindacati hanno sollecitato un intervento del governo nella vertenza. «Siamo soddisfatti per la realizzazione delle infrastrutture - dicono Francesco Piastra e Francesco Foti, di Fiom - ma servono le commesse di lavoro. Il governo nazionale non ha ancora convocato le parti per la presentazione di un piano alternativo a quello di ridimensionamento dei cantieri». Sulla vertenza incalza anche la Fim: «La Regione deve ribadire con forza al governo nazionale la necessità di un confronto con l'azienda - afferma Giovanni Scavuzzo - finalizzato all'invio di commesse a Palermo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati