"Banda ricettava rame", due condanne e due assoluzioni a Palermo

PALERMO. In meno di sei mesi di "attività" avrebbero guadagnato centinaia di migliaia di euro ricettando, ripulendo e rivendendo oltre 12 mila chili di rame rubato, in tutta la Sicilia. Adesso, due componenti della banda sono stati condannati dal gup di Palermo Daniela Troja col rito abbreviato. Si tratta di Francesco Barra, che ha avuto un anno e due mesi, e Vincenzo Marino, condannato a due anni. Assolti, invece, gli altri due presunti appartenenti all'organizzazione, Giovanni Seidita e Giuseppe Laudicina. Altre 15 persone coinvolte nell'indagine sono sotto processo con il rito ordinario. L'indagine, coordinata dal pm di Palermo Fabiola Furnari e dall'aggiunto Maurizio Scalia, che ha portato all'arresto di 19 persone, sette delle quali della stesso nucleo familiare, è nata a seguito dell'allarme lanciato dalle Prefetture siciliane che avevano segnalato decine di furti di rame in tutta la Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati