Sogliano: "Mercato rosa legato a Pastore"

Il neo direttore sportivo del Palermo è stato presentato oggi allo stadio Barbera. L'ex dirigente del Varese ha fatto capire che dal futuro del Flaco dipendono le strategie del club. "E' la trattativa più importante"

PALERMO. «Nessuna tensione particolare, semplicemente poca abitudine a stare davanti alle telecamere». Si è presentato così stamattina allo stadio Barbera il nuovo direttore sportivo del Palermo Sean Sogliano. Quarant’anni di Alessandria, Sogliano rappresenta l’uomo della svolta, della ricostruzione rosanero. La società ha voltato pagina dopo l’era Sabatini-Rossi e col nuovo ds spera di ricostruire un nuovo futuro. Poca attitudine a stare davanti alle telecamere e per questo voglia di lavorare dietro le quinte, sul campo «perché preferisco fare parlare i fatti. Sono felice e ho molti stimoli – ha detto Sogliano – ma voglio dimostrare ciò con cose concrete».
Sessanta giocatori, una rosa da smaltire. E il lavoro che aspetta Sogliano non è di certo facile. L’ex dirigente del Varese si trova subito di fronte a due nodi davvero difficile da sciogliere. Il primo riguarda una rosa infinita di circa sessanta giocatori. «La rosa è molto ampia, lo sappiamo. È ovvio che dobbiamo sistemare delle cose in uscita, ma dobbiamo avere pazienza perché il mercato è appena iniziato. In ritiro partirà una trentina di giocatori e la cosa più importante al momento è fare lavorare il mister per poi fare delle valutazioni».
Pastore, la trattativa più importante. La seconda gatta da pelare riguarda ovviamente Javier Pastore. Sogliano ha ammesso che il futuro del Flaco è legato a doppio filo alle strategie di mercato del Palermo. «Il presidente ha chiaro in mente come sta la situazione. Credo, però, che questi siano dei bei problemi da avere per una società. Se ci sarà l’offerta giusta, il ragazzo andrà via. In caso contrario, resterà. Non dico che Pastore blocchi il nostro mercato – aggiunge Sogliano -, ma è sicuramente la trattativa più importante». E se alla fine Pastore dovesse lasciare Palermo, come verrebbe reinvestito il capitale incassato dalla sua cessione? Sogliano fa capire che la filosofia del club rosanero non cambierà. «Il Palermo continuerà a puntare sui giovani. Magari a volte non danno risultati immediati, ma il Palermo è la dimostrazione che questa è la strategia giusta, perché ha funzionato».
L'amico Miccoli potrebbe restare. Inevitabile parlare col nuovo uomo mercato di Zamparini di casi singoli. Si parte dal capitano, Fabrizio Miccoli. L’addio di Roma non sembra poi così certo, come si capisce dalle parole di Sogliano. «Ho visto anch’io quelle immagini in tv. Miccoli è molto legato all’ambiente, gli parlerò ma so che non ci saranno problemi anche perché siamo amici e abbiamo giocato assieme (al Perugia, ndr). Credo che resterà con noi».
Corrozzieri, segnali di addio. Chi, invece, dovrebbe avere le valigie pronte è Moris Carrozzieri, soprattutto dopo le sue dichiarazioni. Secco il commento di Sogliano. «Potrebbe andare via, ma stiamo ancora valutando».
"Sirene per Nocerino? Magari sono spente". Un altro caso spinoso riguarda Antonio Nocerino. Il futuro del centrocampista napoletano resta ancora un rebus e Sogliano ha preferito non sbilanciarsi più di tanto. «Il giocatore ha ancora un anno di contratto ed è sicuramente una situazione da discutere e definire. Per trovare un accordo, però, bisogna essere in due. Sirene di mercato per lui? Bisogna capire se suonano e se ci sono davvero. Magari sono spente».
Mantovani, affare ancora in ballo. Dai possibili partenti ai possibili arrivi. Il neo diesse rosanero aggiorna sulla trattativa Mantovani. «Stiamo continuando a trattare. Il giocatore ci piace, ma dobbiamo fare anche i conti con l’abbondanza che c’è al momento in difesa. Il Chievo è una bottega cara, vedremo se ci saranno le condizioni giuste per portarlo in rosanero».
"Alvarez all'Arsenal? Situazione ancora da definire". Altro nome caldo di questi giorni è l’argentino Ricky Alavarez. Sull’argentino Zamparini ha detto che l’Arsenal ha già chiuso la trattativa. Sogliano non è dello stesso parere, lasciando uno spiraglio aperto. «Sono stato in Argentina con Luca Cattani (anche lui presente oggi allo stadio, ndr) per vedere giovani giocatori. Alvarez è molto forte e lo vorrebbero in tanti, ma non mi risulta che sia stato prelevato da nessuna squadra. La sua è una situazione ancora tutta da definire».
Tedesco, futuro ancora a Palermo. Non solo giocatori. Sean Sogliano ha parlato anche del futuro nella società di Giovanni Tedesco. Anche il centrocampista palermitano ha giocato assieme al ds rosanero ai tempi del Perugia sotto la guida dell’altro ds ex Palermo, Walter Sabatini. «Sicuramente resterà anche lui in organigramma. Lo conosco bene, siamo molto amici e credo voglia continuare ad avere un ruolo nel settore giovanile».
"Zamparini? Sa come lavoro". Previsioni future anche su quello che potrà essere il rapporto col presidente Zamparini. Sogliano precisa di aver parlato subito chiaro col numero uno del Palermo. «Non ci sono state partite, quindi devo ancora conoscere dei lati del suo carattere. Prima di tutto l’ho ringraziato per avermi contattato e soprattutto per aver rispettato la mia decisione di finire il mio lavoro a Varese. Capisco, infatti, che la società nel frattempo si sia mossa sul mercato prima del mio arrivo per avviare certe situazioni. Detto questo, anche io sono una persona passionale. Ho chiarito subito al presidente come lavoro e spero non ci saranno problemi».
Le linee guida di Sogliano. E allora, come lavora Sogliano? È lo stesso diesse a tracciare le linee del suo modus operandi. «Seguo molto gli allenamenti della squadra e sono sempre stato dell’idea che a decidere sugli obiettivi di mercato abbia un ruolo anche il mister. Inoltre, mi piace lavorare molto col settore giovanile e credo che l’aspetto più bello sia portare giocatori della Primavera in prima squadra. Per questo ho portato con me un ottimo professionista come Mangia da Varese. Magari la società prenderà dei giovani dall’estero, ma vorrei anche valorizzare il territorio».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati