Furto in casa di un pm a Mondello Prese carte di un'inchiesta su benzinai

I ladri sono entrati nell'abitazione di Vania Contraffatto. Tra i tanti documenti rubati solo quelli relativi alla consulenza su una truffa dei distributori

PALERMO. Potrebbe esserci l'inchiesta su una maxi truffa di decine di gestori di pompe di benzina che avrebbero frodato i consumatori erogando quantità di carburante inferiori a quelle dichiarate dietro il furto di un pc, dell'hard disk esterno e di una consulenza della Procura a casa del pm di Palermo Vania Contrafatto.    
Martedì scorso i ladri sono entrati nella sua casa a Mondello, passando per la proprietà attigua, e, dopo aver forzato una finestra, sono entrati nello studio rubando il computer e l'hard disk dove erano contenuti documenti su diverse indagini condotte dal pm. Ma, tra le tante carte presenti sulla scrivania, è stata prelevata solo quella relativa alla consulenza sulla truffa delle distributori di carburante.     
I rilievi della scientifica non hanno portato all'individuazione di impronte. La procura di Caltanissetta ha aperto un'inchiesta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati