Wimbledon, vincono Seppi e i big

L'azzurro ha battuto in tre set Montanes. Federer e Djokovic senza problemi, lacrime per il ritorno di Serena Williams

WIMBLEDON. Nel giorno del ritorno di Serena Williams, commossa fino alle lacrime, Andreas Seppi si conferma il miglior azzurro sull'erba, infilando la sesta vittoria consecutiva sui prati inglesi. Dopo le cinque vittorie con titolo di Eastbourne, l'italiano ha superato anche il primo turno dei Championships: una striscia di successi senza precedenti per il tennis nostrano. Ma la seconda giornata all'All England Club è stata dominata dall'emozione della campionessa in carica, scoppiata in lacrime dopo la vittoria in tre set sulla francese Aravane Rezai (6-3 3-6 6-1).    


"Generalmente non piango mai di gioia - ha spiegato Serena -, ma l'ultimo anno per me non è stato certo normale". Dopo i due interventi chirurgici al piede, a causa dei quali deve ancora indossare calze protettive, e la paura per l'embolia polmonare che l'ha colpita lo scorso marzo, Serena ha spiegato che oggi la vittoria non era l'unica cosa importante. "In questi mesi mi sono sempre detta: non mollare, ce la puoi fare, puoi rientrare. Sto ancora cercando di mettermi alle spalle quello che mi è successo ma fisicamente mi sento bene", le parole dell'americana. Per l'Italia oltre al momento d'oro di Seppi prosegue anche quello di Roberta Vinci. L'altoatesino ha piegato in tre set Albert Montanes (6-4 6-4 7-5) grazie alla maggiore adattabilità all'erba.


"Vincere mi ha dato più sicurezza nei miei mezzi - ha detto Seppi - Mi fa giocare più tranquillo. Oggi penso di aver disputato un match solido, sono contento di aver vinto in tre set". Sull'erba olandese di Hertogenbosch, viceversa, aveva trionfato lo settimana scorsa la Vinci, che ha allungato la serie di vittorie piegando al primo turno la russa Vera Dushevina (7-5 6-2). "Sono molto maturata e so come poter gestire i momenti topici del match - il commento della tarantina -. Lo dimostra sia il match di oggi che la finale con la Dokic della settimana scorsa. Wimbledon è da sempre il mio torneo preferito e lo associo ai miei idoli, Navratilova ed Edberg".


Semaforo rosso invece per Flavio Cipolla, alla prima partecipazione a Wimbledon nel tabellone principale, fermato 6-1 6-4 6-3 da Juan Martin Del Potro. Dura solo un'ora il debutto in uno Slam di Camila Giorgi, battuta 6-2 6-1 dalla semifinalista della scorsa edizione, la bulgara Tsvetana Pironkova. "Oggi ho giocato male - il rammarico della 19/e di Macerata -. Ma resta comunque una bellissima esperienza, che spero di ripetere al più presto. Ho giocato troppo contratta, nervosa: purtroppo ho pagato l'emozione". Ancora rinviato, invece, l'esordio di Flavia Pennetta, opposta alla rumena Irina-Camelia Begu. Tra i big comode vittorie per Roger Federer contro l'uzbeko Mikhail Kukushkin (7-6 6-4 6-2) e di Novak Djokovic, in tre set sul francese Jeremy Chardy (6-4 6-1 6-1).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati