Terzo Polo, sostegno a Lombardo e niente elezioni anticipate

I deputati di Mpa, Fli, Udc e Alleanza per la Sicilia fanno quadrato incorno al governatore. Musotto: “Le primarie? Nelle assemblee del Pd si dicono tante cose”

PALERMO. Sostegno al presidente Lombardo e niente elezioni anticipate. E' questo il programma del Terzo polo che all'Ars conta trenta deputati, un terzo del parlamento: sei di Alleanza per la Sicilia, otto dell'Udc, dodici del Mpa e quattro di Fli.
"Abbiamo un ruolo forte perché rappresentiamo un terzo dell'Ars - ha spiegato il capogruppo del Mpa, Francesco Musotto, nella conferenza stampa che si è svolta a palazzo dei Normanni -. Vogliamo dare un contributo al programma di riforme del presidente Lombardo. Con il Pd prosegue il percorso di amicizia e collaborazione intrapreso, ma siamo tutti d'accordo sul rifiuto di elezioni anticipate. Per quanto riguarda le primarie, nelle assemblee del Pd si dicono tante cose. Sono delle ipotesi che andremo a verificare. In questo momento non abbiamo bisogno di fare primarie perché c'é già Lombardo, poi se il Pd è di un altro avviso, vedremo".
Sulla questione della giunta politica o tecnica, Musotto risponde: "Non siamo dogmaticamente affezionati a nessuna delle ipotesi, l'importante è che funzioni". E nelle prossime amministrative "ci saranno liste comuni", ma Musotto puntualizza "ogni gruppo mantiene comunque la sua identità". Fli rimane più possibilista sul futuro: "Abbiamo sempre, coerentemente, mantenuto l'appoggio sulle riforme rispondendo positivamente all'appello di Lombardo - ha spiegato Livio Marroco - Poi vedremo se l'accordo tecnico sulle riforme si trasformerà in una coalizione politica anche con il Pd nelle prossime elezioni".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati