Racalmuto, riammessa dal Tar ditta bloccata dalla prefettura

RACALMUTO. Il Tar di Palermo ha annullato un provvedimento antimafia emesso dalla Prefettura di Agrigento nei confronti della ditta "Euroscavi" dei fratelli Sferrazza, di Racalmuto (AG). Secondo la prefettura, nell'impresa si ravvisavano "possibilità di condizionamenti o infiltrazioni mafiose" visto che i titolari della ditta edile e di movimento terra hanno dei parenti arrestati per mafia.
I giudici amministrativi (sentenza 1129/11) hanno sancito, invece, il principio secondo cui "al fine di ravvisare il tentativo di condizionamento o infiltrazione mafiosa è insufficiente il mero rapporto di parentela di amministratori o soci di un'impresa con soggetti pregiudicati". La Euroscavi potrà proseguire la propria attività anche con le pubbliche amministrazioni. Lo scorso luglio il tribunale amministrativo aveva emesso un'ordinanza (la 587) che accoglieva le tesi difensive degli avvocati Anna Mongiovì Graziano e Luigi Fazio Gelata e consentiva alla ditta di continuare i lavori di realizzazione di 20 alloggi a Racalmuto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati