Calcioscommesse, spunta anche il Palermo

Massimo Erodiani, nell' interrogatorio durato circa 5 ore davanti al procuratore Roberto Di Martino, ha parlato di alcune partite di serie A esprimendo "il sospetto di manipolazioni, anche se non si sa se ciò è realmente avvenuto". Il match dei rosanero sarebbe quello contro il Napoli del campionato 2009/2010

ROMA. Massimo Erodiani, nell' interrogatorio durato circa 5 ore davanti al procuratore Roberto Di Martino, ha parlato anche di alcune partite di serie A esprimendo "il sospetto di manipolazioni, anche se non si sa se ciò è realmente avvenuto". A spiegarlo è stato uno dei suoi legali, Giancarlo De Marco, al termine dell'interrogatorio.        


L'avvocato ha spiegato che il suo assistito ha parlato di "cose che gli sono state riferite da altri" e non, quindi, di vicende di cui ha avuto esperienza diretta. Tra le partite prese in esame da Erodiani quest'oggi: Inter-Chievo del campionato 2009-2010, Napoli-Palermo, Atalanta-Livorno, Sampdoria-Chievo e una partita del Chievo di un campionato precedente rispetto a quello che si è concluso. Gli avvocati del titolare di agenzie di scommesse hanno chiesto la revoca degli arresti domiciliari per il loro assistito. E' Ascoli-Livorno, e non Atalanta-Livorno, come avevano riferito i legali di Massimo Erodiani, una delle partite di cui il loro assistito ha parlato quest'oggi davanti al pm Roberto Di Martino. Le restanti partite sono Napoli-Chievo e Inter-Chievo del 2009 e Palermo-Napoli del campionato scorso.    


Erodiani ha fatto riferimento anche ad un Brescia-Lecce, finito 2-2 che, stando a quanto aveva saputo, era stata manipolata dal gruppo dei cosiddetti bolognesi. Erodiani avrebbe detto, invece, di non avere conoscenza di una presunta manipolazione di Sampdoria-Chievo di cui invece parlano altri indagati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati