Lombardo: "Ministri siciliani scodinzolanti e obbedienti"

Il presidente della Regione a pochi giorni dalla presentazione del suo nuovo movimento: "Avremo tanti cavalli di battaglia che devono vederci in prima fila e attenti a capire cosa chiede il nostro popolo che non ha mai avuto voce in capitolo nonostante sia stato rappresentato da deputati e non solo"

PALERMO. Il nuovo movimento che Raffaele Lombardo lancerà il 25 e 26 a Catania, sarà formato avrà "tanti cavalli di battaglia che devono vederci in prima fila e attenti a capire cosa chiede il popolo siciliano che non ha mai avuto voce in capitolo anche se ha avuto ministri e deputati tutti scodinzolanti, felici e contenti nei partiti nazionali ad aspettare il premio per il silenzio o per l'obbedienza che ha significato la perdita di tante opportunità per la Sicilia". Lo scrive nel suo blog il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo.   


"Oggi c'é bisogno di un grande partito - sostiene il governatore - che richiami la classe dirigente e i deputati, anche quelli eletti negli altri partiti, a fare il proprio dovere". "Il nostro movimento - prosegue - deve selezionare una classe dirigente nuova che si caratterizzi per la militanza. Sono necessarie quelle persone pronte a sbracciarsi per fare affissione e che sappiano fare un comizio o organizzare una manifestazione. E non parlo solo di manifestazioni di protesta su grandi temi. Mi riferisco anche a tematiche che riguardano i singoli comuni come la realizzazione di una strada rurale, una discarica, la raccolta differenziata".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati