Fallimento Lehman Brothers, pensionato palermitano ottiene risarcimento

PALERMO. Un pensionato che aveva investito 185 mila euro in Lehman Brothers, andati in fumo dopo il fallimento della società, ne ha recuperati centomila grazie alla mediazione con la propria banca fatta presso un organismo di conciliazione bancaria. E' questo il primo caso di recupero, in Sicilia, dei fondi investiti in Lehman Brothers. Nell'Isola  sono circa seimila le persone che hanno perso parecchi soldi con le azioni dell'azienda americana.
Quello portato avanti dal pensionato è uno dei casi pilota per la risoluzione di questo tipo di controversie con la mediazione, obbligatoria in Italia, prima dell'eventuale approdo a una causa civile.
"Il precedente di Lehman Brothers è importante – dice l'avvocato Alessandro Palmigiano, che ha assistito il pensionato - perché spesso le cause intentate dagli investitori hanno avuto esito negativo".
La prima causa risolta con la mediazione, per contenziosi inferiori ai duemila euro, a Palermo è quella fatta alla compagnia aerea Vueling da una persona che aveva comprato un biglietto da Palermo a Barcellona e si era vista annullare il volo. La compagnia lo aveva riprotetto con la tratta da Roma, costringendolo a pagare un Palermo-Roma e facendolo arrivare in ritardo in Spagna. In sei mesi, compilando un modulo all'ufficio del giudice di pace, è riuscito a ottenere un risarcimento di tremila euro, comprese le spese legali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati