Bancarotta fraudolenta, arrestato Lele Mora

Per l'agente dei vip, coinvolto anche nel caso Ruby-Berlusconi, un crac da 8,5 milioni di euro. La misura cautelare, spiega il gip, perchè esisteva un "rilevante pericolo di fuga in quanto l'impresario teneva molti soldi in Svizzera"

MILANO. Lele Mora è stato portato in carcere per ordine del giudice per le indagini preliminari Fabio Antezza nell’ambito dell’inchiesta di Eugenio Fusco e Massimiliano Carducci sul fallimento della LM Management. Mora è stato arrestato nel pomeriggio di lunedì nel suo quartier generale in viale Monza a Milano. I magistrati gli contestano una distrazione da 8,5 milioni di euro. Un pericolo probatorio "di rilevante intensita", ha scritto il gip di Milano Fabio Antezza in relazione all'arresto.   Secondo il giudice sussiste anche un rilevante pericolo di fuga in quanto l'impresario vive tra Milano e Lugano e inoltre sussiste anche un rischio di reiterazione del reato.     Tra i vari sospetti è che dei circa 3 milioni ricevuti da Silvio Berlusconi, come era emerso nell'inchiesta sul caso Ruby, invece di essere impiegati per salvare la Lm Management siano stati depositati in qualche conto svizzero.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati