Palermo, operai Gesip al lavoro nel cimitero dei Rotoli

In tre giorni raccolti 800 sacchetti dell'immondizia ed eseguite 23 operazioni di sepoltura. Ad oggi sono 107 le bare in deposito

PALERMO. Tre giorni di lavoro e 800 sacchetti di immondizia sono già stati raccolti dal personale Gesip al cimitero di Santa Maria dei Rotoli. "Da quando i nostri uomini sono tornati a lavoro - ha dichiarato Nicola Presti della Rsa Uiltucs della Gesip - stanno facendo il possibile e l'impossibile per rendere più vivibile il camposanto. Noto un grande impegno rispetto al passato. Credo che l'esperienza degli ultimi mesi abbia cambiato molte persone che ora sono molto più attaccate al loro lavoro".
Da giorno sedici, giorno in cui la società ha ripreso il lavoro in tutti i settori in cui operava, e quindi anche ai Rotoli, sono state eseguite 23 operazioni di sepoltura.
"In particolare - ha spiegato Presti - sono state fatte otto cremazioni, quattro il primo giorno e due al giorno il 17 ed il 18 e poi una inumazione. Tutte le altre sepolture sono tumulazioni in cappelle private o tombe gentilizie". Ad oggi, dunque, ci sono 107 bare senza sepoltura nei depositi del cimitero più grande della città. C'è veramente ancora tanto da fare considerato che molte delle salme da seppellire dovranno essere sistemate in campi d'inumazione che devono ancora essere liberati. Questo comporta ovviamente il raddoppio del lavoro per gli operai di Gesip deve esser fatto prima della crisi igienico sanitaria. Poi c'è il dato positivo della pulizia fatta in questi giorni dai cento uomini che lavorano ai Rotoli: "Abbiamo raccolto più di ottocento sacchi neri da 70 per 110 centimetri solo svuotando tutti i cestini del camposanto - ha dichiarato Presti -. Manca un'ultima area da pulire e poi questo primo tour de force sarà ultimato".
Soddisfatto anche Massimo Primavera, liquidatore di Gesip: "I nostri uomini - ha dichiarato - stanno lavorando alacremente ed a testa bassa, molto più del solito. Stanno facendo un ottimo lavoro".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati