Immigrazione, la Regione in soccorso delle isole

Con un decreto destinati poco più di 16 milioni per migliorare gli impianti di ricettività turistica delle Pelagie e di Pantelleria

PALERMO. Poco più di 16 milioni di euro per migliorare gli impianti di ricettività turistica delle Isole Pelagie (Lampedusa e Linosa) e di Pantelleria. Lo prevede il decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale delle Attività Produttive, Marco Romano,con il quale si mettono a bando le risorse economiche in attuazione di quanto disposto dalla giunta di governo guidata da Raffaele Lombardo.
"Già ad aprile, quando il fenomeno migratorio dall'Africa aveva raggiunto livelli di emergenza provocando contestualmente un crollo delle prenotazioni turistiche per la stagione estiva - afferma l'assessore regionale alle Attività Produttive, Marco Venturi - il Governo aveva garantito provvedimenti adeguati per sostenere l'economia di Lampedusa, prevalentemente basata sul turismo. Questo bando autorizza l'utilizzo del 30 per cento delle risorse liberate dalla misura 3.3.1.4 del P.O.- FERS 2007-2013, nella misura del 25% in favore del settore turistico-alberghiero delle isole Pelagie (per far fronte alla grave situazione di emergenza e di crisi causato dal forte flusso migratorio di questo periodo) e nella misura del 5% per Pantelleria, per le medesime finalità".
La linea di intervento prevede: Azioni per l'attivazione, la riqualificazione e l'ampliamento dell'offerta ricettiva locale e delle correlate attività di completamento, da realizzarsi nelle aree a vocazione turistica, mediante riconversione e/o riqualificazione del patrimonio immobiliare già esistente, con particolare riferimento a edifici storici e di pregio siti nei centri storici, nei borghi marinari, e della tradizione rurale.
"La dotazione finanziaria disponibile - prosegue Venturi - é di oltre 16 milioni di euro, di cui poco meno di 13 milioni e mezzo per interventi a Lampedusa e Linosa e circa 2 miloni 700 mila euro per Pantelleria. Il regime d'aiuti all'investimento iniziale consiste nell'erogazione di contributi in conto impianti di intensità pari al 50% delle spese ammissibili dei progetti presentati dalle micro-piccole imprese; al 40 per cento dell'importo delle spese ammissibili - conclude - per i progetti presentati dalle medie imprese".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati