Palermo, muore in macchina: per 10 ore nessuno la soccore

C.M, 73 anni, è passata dall’avere un malore al decesso sola, dentro la sua Citroen C3 parcheggiata tra via Cordova e via Marchese di Villabianca, sotto il solo cocente senza che nessuno si accorgesse di nulla. I soccorsi arrivati troppo tardi

PALERMO. Un’altra vittima dell’indifferenza della città. Una donna rimasta per dieci ore dentro la sua auto nel bel mezzo di una Palermo troppo caotica, sempre di corsa, troppo concentrata su se stessa. C.M, 73 anni, è passata dall’avere un malore alla morte sola, dentro la sua Citroen C3 parcheggiata tra via Cordova e via Marchese di Villabianca, sotto il solo cocente senza che nessuno le desse una mano, senza che nessuno si accorgesse di nulla. Né i residente del posto, né i negozianti, se i passanti.


I figli della signora, che la sapevano a Mondello, si sono ìnsospettiti quando alle 14 non l’hanno vista tornare. Hanno chiamato le forze dell’ordine, l’hanno cercato, fino alla 22 hanno cercato invano. Poi un passante si è fermato a guardare l’auto, ma era ormai troppo tardi. La donna era già morta, tra l’indifferenza generale. Inutili i soccorsi, resi difficoltosi dal fatto che la macchina era chiusa dall’interno. Una volta aperta la vettura, i medici e la polizia hanno tentato l’impossibile invano. Una vicenda assurda per una morte assurda, in una Palermo che si ritrova a piangere un’altra vittima. Dell’indifferenza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati