Sicilia, Qui Palermo

Pisano, in rosa sulle orme di Cassani

Presentato il nuovo terzino del Palermo proveniente dal Varese. "Spero di fare bene come ha fatto il numero 16 rosanero"

PALERMO. Dalla Lega Pro ai play off promozione di Serie B. La prima scalata di Eros Pisano con la maglia del Varese è stata compiuta. Adesso Pisano, terzino destro classe ’87, tenta una nuova scalata con la casacca rosanero del Palermo. La speranza è quella di seguire le orme di Mattia Cassani che, arrivato nel 2006 nel capoluogo siciliano da semisconosciuto, è diventato punto fermo del Palermo e ora anche della Nazionale italiana.
Il ruolo è lo stesso. Spetta a Pisano, presentato oggi allo stadio Barbera, ricalcare il percorso del numero 16 rosa.
Pisano il "veterano". Umiltà, tenacia e tanto lavoro sul campo saranno le sue armi per raggiungere questo obiettivo. «Vengo a Palermo con umiltà. Ho fatto tanta gavetta e so che devo migliorare ancora. Voglio crescere e vincere con questo Palermo. Il mio punto di forza è la mentalità, tanto che, nonostante i miei 24 anni, a Varese ero chiamato il “veterano”, perché mi piace lavorare tanto sul campo.  A Varese ero il primo ad arrivare agli allenamenti e l’ultimo ad andarmene ed ero diventato un po’ l’esempio per gli altri».
Modello Maicon, differenze con Cassani. Pisano svela, inoltre, che Maicon è il giocatore al quale si ispira e allo stesso tempo mette in evidenza le differenze tra lui e Cassani. «Rispetto a lui sono più difensivo, è la fase sulla quale mi concentro principalmente. Sono però un difensore che si sa inserire nelle occasioni da gol. I miei sei gol dello scorso anno in B sono arrivati tutti da palle inattive».
Professione terzino, centrale all'occorrenza. Dal confronto col terzino titolare del Palermo alla sua collocazione tattica. «Ancora non ho parlato col nuovo allenatore Pioli. Comunque ho sempre giocato con la difesa a quattro e mai a tre, anche se c’è sempre il tempo di imparare. All’occorrenza, inoltre, sono stato impiegato anche come centrale difensivo».
"Il Palermo crede nei giovani". Pisano, inoltre, ha appena cominciato la sua esperienza in Sicilia, ma è bastato vedere quello che è successo a Roma per essere stato già conquistato dalla città. «Ho seguito i 40.000 a Roma, vedendo delle immagini in tv. Questa città ama questa squadra e questa maglia. Ecco perché spero di mettermi in evidenza qui e dare il mio contributo. Il cammino di Cassani fa notare come il Palermo creda nei giovani. È lui il giocatore dal quale posso imparare e voglio farlo velocemente».
"Grazie Zamparini". Ultimo pensiero per il presidente Zamparini e per il direttore sortivo, Luca Sogliano che ritrova a Palermo dopo l’esperienza a Varese. «Non so quanto possa avere influito la parola di Sogliano sul mio arrivo in rosanero. Ho, invece, incontrato Zamparini al momento dell’accordo. È una persona ambiziosa e lo ringrazio per l’opportunità che mi ha offerto».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati