Omicidio attore porno, chiesti 30 anni per l'imputato

Processato con rito abbreviato, Giovanni Cuttita, 43 anni, è accusato di aver accoltellato a morte Jaime Salvador Tagliavia nel suo appartamento a Palermo. Domani si avrà la sentenza

Sicilia, Cronaca

PALERMO. Il pm Francesco Grassi ha chiesto la condanna a trent'anni per Giovanni Cuttitta, 43 anni, accusato di avere accoltellato a morte Jaime Salvador Tagliavia, attore porno gay di 35 anni, nel suo appartamento a Palermo. Cuttitta, accusato di omicidio volontario e premeditato, viene processato con il rito abbreviato.
Cuttitta, regista e attore porno gay anche lui, e Tagliavia furono trovati a giugno dello scorso anno da un vigile del fuoco all'interno dell'abitazione dell'omicida nel quartiere Guadagna: Tagliavia era morto, Cuttitta invece aveva una corda al collo, con sintomi da soffocamento. Cuttitta non ha mai smentito di avere ucciso il suo compagno, ma ha dichiarato di averlo fatto per difendersi: secondo la sua ricostruzione Tagliavia avrebbe tentato di strangolarlo con una corda per gelosia. Il presunto assassino aveva infatti da qualche settimana una relazione con un altro uomo. Ma gli inquirenti non hanno creduto alla versione dell'omicida. Domani il processo proseguirà con le discussioni della difesa e la sentenza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati