In chat al posto della sua ex per diffamarla: a giudizio

MODICA. Per vendicarsi di essere stato 'respinto' da una donna, sua coetanea, si è impossessato della sua identità e, spacciandosi per lei, ha partecipato a chat a sfondo sessuale mettendola un cattiva luce. Protagonista della vicenda un ragusano di 31 anni che è stato citato a giudizio dal procuratore capo di Modica, Francesco Puleio.    I reati contestati sono trattamento illecito di dati personali, sostituzione di persona e diffamazione aggravata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati