Ars, Udc e Fli: "Sosteniamo il governo ma no le lottizzazioni"

"Non è più ammissibile - affermano Giulia Adamo e Livio Marrocco - l'assenza dalle commissioni di rappresentanti dell'Udc e dei finiani. E' paradossale vedere una maggioranza numericamente solida in aula divenire minoranza nelle sedi istituzionali strategiche"

Sicilia, Politica

PALERMO. "Riconfermiamo il sostegno alla maggioranza di governo ma non ammettiamo accordi trasversali e sistemi di lottizzazione consociativa nella spartizione dei fondi".
Lo afferma il capogruppo dell'Udc, Giulia Adamo, e il capogruppo del Fli, Livio Marrocco.    
"Non è più ammissibile - proseguono Adamo e Marrocco - l'assenza dalle commissioni di rappresentanti dell'Udc e dei finiani. E' paradossale vedere una maggioranza numericamente solida in aula divenire minoranza nelle sedi istituzionali strategiche. In attesa di un riequilibrio nelle commissioni, più volte e con insistenza chiesto al presidente Cascio, il governo che sosteniamo ha il dovere di convocare delle riunioni di maggioranza per confrontarsi su temi importanti come la ripartizione dei fondi per le autonomie locali".
"Non possiamo aderire a logiche prive di equilibrio e innovazione - proseguono - Il Nuovo Polo si ispira a criteri di oggettività e parità di trattamento tra territori e priorità settoriali. Non intendiamo tradire la fiducia dei siciliani. Il nostro sostegno al governo Lombardo avverrà soltanto in presenza di una trasparenza e di una correttezza amministrativa".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati