Referendum, a Palermo niente quorum

Nel capoluogo siciliano l'affluenza si è fermata al 48,5%. A Lampedusa e Linosa non si è andati oltre il 27,33%

ROMA. Sono Firenze con il 65%, seguita da Bologna con il 64,9% i capoluoghi di Regione che detengono l'affluenza più alta in tutti e quattro i referendum.
Palermo con il 48,5% e Napoli con il 49,3% sono invece le città capoluogo di regione che hanno registrato l'affluenza più bassa e che non hanno nemmeno raggiunto il quorum necessario pari al 50% + 1 dei votanti (che tuttavia è stato raggiunto dalle regioni Sicilia e Campania nel loro complesso).
E potrebbe essere il dato più basso d'Italia quello registrato a Lampedusa e Linosa, le due isole delle Pelagie, dove l'affluenza al referendum si è fermata al 27,33%. Lo "sciopero" delle urne era già nell'aria: gli isolani più volte avevano minacciato di non andare a votare se il governo non metterà in atto iniziative a sostegno della popolazione, soprattutto a Lampedusa, dove l'emergenza legata alla massiccia immigrazione ha fatto crollare le prenotazione turistiche e messo in ginocchio l'economia. Il dato delle due isole è meno della metà rispetto a quello registrato nella provincia di appartenenza, Agrigento, dove l'affluenza è stata superiore al 58%, con punte che hanno superato il 72%, come accaduto a Sambuca di Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati