Sicilia, Cronaca

"Rischio sicurezza per due autostrade siciliane", la denuncia del Codacons

Il segretario nazionale dell'associazione dei consumatori, Francesco Tanasi, lancia l'allarme sulla situazione della Messina-Catania e della Messina-Palermo. Nel 2009 aveva già chiesto alla Procura di Catania l'accertamento di eventuali responsabilità

PALERMO. Due autostrade siciliane sono a rischio sicurezza. A lanciare l'allarme è il Codacons, sulla situazione della A/18 (Messina-Catania) e la A/20 (Messina-Palermo). Già nel 2009 il  Codacons aveva presentato una denuncia alla Procura di Catania per l'accertamento di eventuali responsabilità, chiedendo la chiusura delle tratte particolarmente a rischio e la sospensione del pagamento del pedaggio.
“Nella sostanza - si legge in una nota – la situazione permane di rischio, in quanto gli interventi non sono stati adeguati”. Francesco Tanasi, segretario nazionale del Codacons, “chiede un intervento urgente del ministero delle Infrastrutture, per adottare i necessari provvedimenti tesi a garantire la sicurezza degli automobilisti”. Secondo l'associazione dei consumatori, “in molti tratti la pavimentazione stradale è interessata da numerose zone ammalorate. I diversi ripristini effettuati hanno determinato, nelle zone d'intervento, un piano stradale non omogeneo, con diversi gradi di aderenza che mettono a rischio la sicurezza”. Ma non solo: “Le barriere di sicurezza non sono rispondenti alla normativa vigente ed è ormai fuori servizio da anni l'impianto di soccorso tramite colonnine Sos sulla A/18, mentre presenta notevoli carenze quello sulla A/20”. “Gli impianti d'illuminazione delle gallerie - conclude - non sono efficienti, a causa di valori di illuminazione ben al di sotto della soglia di sicurezza e il mancato funzionamento degli impianti di ventilazione delle gallerie rappresenta una condizione di rischio per l'utenza”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati