Battisti, il Brasile: nessuna crisi con l’Italia

Il ministro degli Esteri Patriota: escluso che possano incrinarsi i rapporti tra i due Paesi

BRASILIA. Il ministro degli esteri brasiliano, Antonio Patriota, ha escluso che possano incrinarsi i rapporti tra l'Italia e il Brasile a causa della decisione della Corte Suprema di non estradare e scarcerare l'ex terrorista Cesare Battisti. "Esiste una chiara intesa in tal senso", tra le autorità dei due Paesi, ha affermato in una dichiarazione rilasciata a New York, e ripresa dalla Agencia Brasil.      
Patriota, il quale ha anche ricordato che non più di un mese fa è stato due volte in Italia dove è stato "benaccolto" dalle autorità locali, non ha voluto commentare la possibilità che l'Italia ricorra alla Corte dell'Aja. In precedenza, però, Marco Aurelio Garcia, consulente della presidente Dilma Rousseff per gli affari internazionali, aveva dichiarato che l'Italia "ha tutto il diritto di ricorrere a tale prerogativa", sottolineando comunque che per il Brasile la questione è superata "come conseguenza della decisione sovrana della Corte Suprema".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati